Il Premio Italo Calvino elusore del fisco?

silence-silenzio

Negli ambienti letterari che contano – almeno in quelli nostrani – l’arma più usata, contro chi contesta operazioni o atteggiamenti censurabili, chiedendone conto e spiegazione, è il SILENZIO. Silenzio che vorrebbe sembrare l’aristocratica indifferenza di chi – considerandosi migliore – non ritiene l’interlocutore credibile e degno di risposta. Ma questo atteggiamento, nel caso in questione, può diventare come una maschera di carta velina: in pratica, sembra che il Premio Letterario Italo Calvino occulti un’attività di agenzia letteraria dietro il paravento dell’Associazione culturale.
Se così fosse, e un chiarimento in tal senso da parte degli interessati sembra opportuno, sarebbe un comportamento degno dei tipici Furbetti Del Quartierino, di cui il nostro Paese e pieno: non “aristocrazia”, dunque (aristos = i migliori), bensì i meschini Furbetti Del Quartierino, elusori del Fisco e sfruttatori della credulità degli aspiranti scrittori.

http://bookblister.com/2015/02/20/il-silenzio-larma-del-gradasso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...