File 113/1: rating di Luciano Ligabue

luciano-ligabueCom’è noto, una quindicina d’anni fa il rocker Luciano Ligabue ha sfruttato il grande successo regalatogli dalle vastissime platee di fans per tentare di avviare una “collaterale” carriera letteraria.

L’esordio fu nel 1997, con la raccolta di racconti Fuori e dentro il borgo, che vinse il Premio Elsa Morante e il Premio Città di Fiesole. L’artista, dunque, si scoprì anche “narratore delle pianure” – sulla scia del padre nobile Gianni Celati – nella terra situata “tra la via Emilia e il West”.

9788807701566_quarta.jpg.448x698_q100_upscaleIl primo romanzo arriva nel 2004, col titolo La neve se ne frega (“I canguri” Feltrinelli). Il libro viene presentato a Torino da Francesco Piccolo (al cui romanzo Il tempo imperfetto quest’opera è palesemente ispirata, per la trovata di terza mano dell’età umana che procede al contrario, con la matrice originale che risale al maestro Philip K. Dick); a Roma da Alessandro Baricco; a Milano da Fernanda Pivano. La mobilitazione di questi ultimi “mostri sacri”, nel sostegno al rocker-scrittore, fa pensare a un disegno di marketing non improvvisato e ben strutturato, che inevitabilmente ha dato i suoi frutti in termini di vendite e di classifica.

Inoltre, lo stesso anno, l’operazione ha fruttato all’autore una laurea honoris causa in Editoria, Comunicazione multimediale e Giornalismo all’Università di Teramo.

ce5bed94906a63acf79b1bbb1f98f754_big

È con questo titolo accademico che Luciano Ligabue propone nel 2006 una raccolta di 77 poesie dal titolo Lettere d’amore nel frigo, con prefazione di Nico Orengo, che viene presentata con successo in molti atenei italiani.

L’incipit:

guardiamo gli insetti
sbattere sulle lampadine
li vediamo friggere
diciamo
non ce la fanno
a entrare nella luce
quegli stupidi

In realtà, come ebbero a rilevare molti lettori e la totalità della critica che se ne occupò, queste poesie risultano un prodotto “fuori fase” rispetto all’arte che vorrebbero esprimere, in quanto apparentemente scritte di getto, fattualmente mancanti di punteggiatura – per rivendicare la  provenienza artistica dalla composizione di canzoni – e prive di sostanza lirico-letteraria.

è uno come tanti
che ha le sue
lettere d’amore
nel frigo
e nello scomparto frutta
tiene la matrice
dei biglietti
per lo spettacolo del per sempre
se ne ha comprati tanti
è perché gli spettacoli
durano quel che durano
così compra altri biglietti
con sopra la scadenza

L’autore, d’altronde, dopo una serie di mestieri diversi, è approdato alla musica rock-autoriale e da lì ha formato le proprie competenze, in linea con l’arte che stava praticando. Esercitare la poesia presuppone un’inclinazione e una formazione ben fondate nell’intimo della persona, e non può ridursi a un accostamento di parole e correlazioni intese a creare suggestione.

la mosca
che si posa
sulla tela
e la va a cambiare
sembra mandata da qualcuno
che ha deciso
di disturbare
il pittore
proprio lì
nel punto
d’illusione
d’eternità

(1 – segue)

Annunci

One thought on “File 113/1: rating di Luciano Ligabue

  1. Pingback: TEVIS & PARTNERS: rating di Luciano Ligabue | John Tevis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...